RINASCERE A PRIMAVERA: 5 PRATICHE PER UNA GIORNATA IN SINTONIA CON LA NATURA del TUO ESSERE

La primavera è innanzitutto la stagione dell'amore, dei colori vivi, e dei primi fiori che sbocciano. Un divenire che cambia forma velocemente. Riscopriamo nella stagione dei sentimenti la rinascita di noi stessi, come parte di un UNO a cui da sempre apparteniamo. Ecco 5 pratiche per continuare il tuo cammino spirituale. In questi tempi di globale incertezza e di preoccupazione continua, cresce più che mai il bisogno di rivitalizzare corpo e mente. E lo possiamo fare grazie all'aiuto della nuova stagione appena inoltrata: e cioè con la Primavera. L'esigenza di attuare un vero piano, che chiameremo "Plan P (dove la Lettera P sta appunto per Primavera), serve soprattutto per introdurre delle nuove abitudini nella vita quotidiana, fondamentali in questo momento unico, prossimo ad un probabile cambiamento epocale. In generale sappiamo che, ripetere una certa azione per un determinato periodo si trasforma poi in un'abitudine, fino al punto che la eseguiamo automaticamente. Utilizzare tale strategia e cioè della "ripetizione", avendo in primis deciso di cambiare alcune "brutte abitudini", è come una sana boccata di aria fresca, anche se poco dopo entrano in ballo i conflitti interiori e tornano le vecchie abitudini. Ci chiediamo dunque: Come procedere affinché le nuove abitudini siano accettate in profondità, per un reale risveglio e tornare a vivere in semplicità e per sentirci carichi della nuova energia positiva, in risposta alle future sfide che ci attendono? Vivere l'esperienza nel presente "Se sei depresso, stai vivendo nel passato. Se sei ansioso, stai vivendo nel futuro. Se sei in pace, stai vivendo nel presente." Lao Tzu Prima di tutto, la fase più difficile, che ho sperimentato anch'io con questa idea di cambiare le mie abitudini, è quella di cercare di fermare la vecchia abitudine senza l'uso di sforzo o conflitto interno. La prima idea è infatti quella di imparare ad accettare la vecchia abitudine senza resistere. La seconda è di far passare tutti i pensieri che sono in mezzo che ostacolano l'accettazione a lasciar andare la vecchia abitudine. A questo punto, si inizia ad osservare i pensieri attentamente senza apportare un giudizio o ricordi che li alterano. Ma tutto questo processo ha bisogno di tempo, sia chiaro. E di molta volontà. Ma la cosa meravigliosa è che solo pochi secondi, possono bastare inizialmente per osservare attentamente quella abitudine. E realizzerai che essa non ha luogo ed è già lontana da te, perché la tua mente è ormai in allerta, adesso. Il processo che ho appena elencato sopra, è conosciuto come tecnica dell'Osservazione o Focus, ma ritorneremo più avanti a parlarne e sperimentare questa straordinaria tecnica di controllo della mente. Per il momento, consiglio alcuni testi, da cui io personalmente ho preso ispirazione, soprattutto nei primi periodi di pratica e che mi hanno aiutato a capire che il Risveglio è davvero possibile in qualsiasi momento, se lo desideriamo. E la primavera, anche per i più pigri, diventa l'occasione migliore per buttarsi in questa avventura straordinaria, che è la vita presente. Ecco allora i miei preferiti sull'argomento di Focus e rinascita. A voi la scelta: Il libro arancione. Tecniche per il risveglio della consapevolezza, di Osho (Autore), 2010; L'ascolto costruttivo. Tecniche ed esercizi per formarsi all'osservazione e all'accoglienza, di Raffaello Rossi(Autore), 2013; Risvegliarsi dalla manipolazione mentale: Difendersi dal narcisista con l’intelligenza emotiva, non lasciarsi manipolare dalla psicologia oscura e ricominciare da sé stessi, di Marta Tau, (Autrice) 2021; Va dove ti porta la Primavera La primavera è quel periodo dell’anno in cui è estate sotto il sole e inverno all’ombra. Charles Dickens Sentire l'arrivo della primavera nel cuore non è però cosa scontata. Ed anche se le vibrazioni della natura sono sempre presenti ed intorno a noi, noi purtroppo non le vediamo e quindi non le possiamo vivere intensamente. Perciò vale la pena sottolineare, che nel cambio di stagione, imparare ad osservare la natura che si trasforma e prende colore, è già un azione di per sé molto spirituale. Come nel bellissimo romanzo bestseller di Susanna Tamaro, "va dove ti porta il cuore" del 1994, in cui l'autrice insiste su un passo preciso: “Diffida di tutto, tranne di quello che ti dice il tuo cuore", l'intenzione è proprio quella, e cioè di: fidarsi dell'intuizione per raccogliere più informazioni possibili dalla Bellezza della Natura; ricordare che la Primavera, torna ogni anno a far rivivere gli alberi apparentemente morti e a smuovere tutti gli animali ad uscire dal proprio letargo per assaporare l'aria fresca e rigenerante; aspettare il suo arrivo è anche un modo per sorprenderci a scoprire che le speranze risposte durante i momenti più bui e durante l'inverno, non erano cause perse, ma bensì delle occasioni che avrebbero fiorito soltanto nel momento giusto. Pertanto, seguire le magiche dinamiche di rinascita della Primavera, è come seguire la rinascita di ognuno, che pazientemente riscopre se stesso, un pezzettino alla volta potenziando la propria consapevolezza, pazienza ed amore. A tal proposito, vi è un libro davvero bello, intitolato "Alchimia selvatica", del cosiddetto testimone dei boschi o meglio di Michele Giovagnoli, il quale offre con il seguente testo, un vero percorso pratico e di interazione con le ciclicità delle stagioni; Ideale per chi desidera sperimentare e contemplare la natura e con lo scopo di espandere la propria anima percettiva e sensibile al divino dentro di noi. Riconoscere i momenti preziosi ogni giorno “Ammirate la bellezza del mondo: è il primo passo per purificare la mente” Amit Ray Vediamo allora quali sono le 5 pratiche che ci aiutano a vivere con una maggiore consapevolezza le nostre giornate in questo periodo difficile e che possono divenire la nostra nuova idea di vivere la vita in un futuro prossimo. Vivi in semplicità la tua giornata e cerca di apprezzarla il più possibile. Il respiro è la cosa più semplice e vera che tutti noi possediamo; osserviamo il nostro respiro, che va e viene e senza cercare di modificare il tempo di entrata ed uscita del respiro. Il momento ideale di questa pratica è sicuramente la mattina, quando siamo appena svegli, ma non ancora alzati dal letto. Provare per soli 5 minuti. Connettiti al tuo cuore. Chiudi gli occhi e per circa 5 minuti, metti la mano sinistra al cuore immaginando te stesso in mezzo alle persone che ami e che ti amano. Se arrivano dei pensieri negativi su te stesso o sulle persone che ami, cerca di osservarle e poi prova a mandarle via, come se fossero dei palloncini che fai volare via in cielo. Questo esercizio ti farà sentire più leggero! Collegati al tuo lato mentale. Senza essere disturbato da smartphone o da persone vicine, addentrati nella lettura di un buon libro. Bastano anche 10 minuti. Se hai più tempo, prendi anche un altro tipo di lettura, che aiuterà ad allargare la visione delle cose, magari di uno stesso argomento a cui sei interessato. Inoltre, concentrati sulla storia, come se te la stesse raccontando un amico che vuole confidarsi con te. Sarà una lettura senza precedenti! Ascolta il tuo corpo. Bastano anche qui solo 10/15 minuti al giorno attraverso un buon allenamento di stretching, se siamo fuori esercizio. Utilizza un App per non sbagliare esercizi. Ti consiglio LUMOWELL, (con tantissimi video tutorial su Youtube)che secondo me è la migliore sia per chi inizia la prima volta ma anche per chi è già allenato. Ci vuole costanza, soprattutto agli inizi, e bastano anche 4 volte a settimana, ma vedrai che il corpo non ne potrà fare a meno...Credimi! Ispirati dal desiderio di migliorarti sempre. Questa è più una raccomandazione generale, che è fondamentale per il raggiungimento dei propri obiettivi e del "non mollare" davanti ai diversi ostacoli che si presentano nel corso della vita. Un esercizio ideale è quello di non dare troppa importanza al proprio giudizio su cose e persone, o meglio considera tutte le opzioni ma non soffermarti solo sugli aspetti negativi e tieni a freno il senso critico nei confronti di te stesso.

RINASCERE A PRIMAVERA: 5 PRATICHE PER UNA GIORNATA IN SINTONIA CON LA NATURA del TUO ESSERE